Sometimes I cannot smile

Sometimes I cannot smile

Sometimes I cannot smile – Pier Casotti

Mi capita spesso di riflettere sulla vita e la morte. Ne decompongono i pezzi, ne smonto gli elementi nel tentativo di analizzarli razionalmente per poi ricomporne e ricostruirne i frammenti, ed ogni volta ritrovandomi con una diversa equazione. Per riflettere si cerca il posto giusto e la Groenlandia era quel luogo per me. La vita e la morte, il bianco e nero, dicotomie contrapposte che rivelano tutta la loro spietatezza. La Groenlandia orientale è tutto questo. In Groenlandia la natura prende il sopravvento, prende possesso della razionalità e dà senso alla quotidianità. La Groenlandia narra un silenzio assordante. Una voce che sussurra emozioni indefinibili e imperscrutabili. In Groenlandia non si vive, al limite si sopravvive. Qui il 20% dei giovani di età compresa tra 15 e 25 anni cerca di togliersi la vita ogni anno. Il 2% di loro riesce.

Un libro auto pubblicato, “Sometimes I cannot smile” è un viaggio personale ed intimo all’interno del mondo giovanile Groenlandese dove natura, violenza, noia e una forte eredità culturale stanno da decenni reclamando il più alto dei tributi. Quello di centinaia di giovani vite.

Una delicata esplorazione della sottile e intima guerra che molti giovani combattono contro la violenza, la noia e il vuoto, una lotta da sempre stata la “ragion d’essere” delle giovani generazioni, con la differenza che in Groenlandia molti di loro questa battaglia la perdono.

Compra il libro sullo shop di LuganoPhotoDays.

Accedi

Password dimenticata?

Creare un account?